Tariffa TASI per il 2016: 1,0 per mille, la scadenza di pagamento è il 16 dicembre 2016 

La IUC (Imposta Unica Comunale) è la nuova tassa, in vigore dal 1 gennaio 2014, composta da tre diversi tributi legati alla tassazione immobiliare:

  • Imposta sui servizi indivisibili comunali (TASI)
  • Imposta sulla proprietà (IMU)
  • Imposta sulla produzione dei rifiuti (TARI)

La dichiarazione IUC deve essere presentata dal soggetto passivo, cioè da chi deve pagare il tributo, entro il 30 giugno dell’anno successivo (il 30 giugno 2015 per chi possegga o detenga un immobile nel 2014). Essa ha effetto anche per gli anni successivi, pertanto non deve essere periodicamente presentata, se non subentrano modificazioni.

La TARI è la tassa dovuta da chiunque possieda o detenga locali ed aree suscettibili di produrre rifiuti, con le stesse caratteristiche di tassazione già previste per la vecchia TARSU oppure TIA o TARES.
La tassa è pertanto dovuta da tutti coloro che occupano un immobile, siano essi proprietari, inquilini o detentori a qualsiasi altro titolo. La tassa è commisurata alla superficie calpestabile dei locali e delle aree, e l’importo è determinato in base alla tariffa prevista dal regolamento comunale.
Come per le preesistenti tasse sui rifiuti, anche la TARI è dovuta per l’anno solare e come per la TARES, sono previste RIDUZIONI ed ESENZIONI, pertanto vi invitiamo a leggere con attenzione il Regolamento ed effettuare le dovute comunicazioni al Comune per usufruire di tali riduzioni.
Per il versamento della TARI è previsto l’uso del modello F24, del bollettino di conto corrente postale oltre ai servizi di pagamento elettronici interbancari e postali.

La TASI è la tassa diretta a coprire il costo per i servizi indivisibili forniti dai Comuni, quali illuminazione, la sicurezza stradale, la gestione degli impianti e delle reti pubbliche ecc.. La tassa è dovuta da chiunque possegga o detenga, a qualsiasi titolo fabbricati (compresa l’abitazione principale) ed aree edificabili, ad eccezione dei terreni agricoli.
La base di calcolo della tassa è quella già utilizzata per determinare l’importo dell’IMU, cioè la rendita catastale dell’immobile, rivalutata del 5 % e moltiplicata per i coefficienti previsti per la predetta imposta immobiliare. La TASI, che per le prime case sostituisce l’IMU e per gli altri fabbricati si aggiunge ad essa, è pertanto dovuta da proprietari ed inquilini, con percentuali di ripartizione stabilite nel Regolamento.

Il Comune di Soveria Mannelli NON ha deliberato le tariffe per l’anno 2014 e pertanto l’aliquota della TASI è fissata per legge al 1,0 per mille e anche per questa tassa sono previste RIDUZIONI ed ESENZIONI

L’IMU continua ad essere dovuta su tutti i fabbricati non destinati ad abitazione principale e non considerati di lusso cioè classificati alle categorie A/1, A/8 , A/9 ( appartamenti di lusso, castelli, ville, ecc.).